login

Azioni CRC

L’acquisto di azioni Cassa di Risparmio di Cesena Spa comporta la piena consapevolezza da parte del richiedente circa le caratteristiche proprie della tipologia di titolo e della società Emittente il titolo stesso.

L’acquisto di azioni può comportare un:
– rischio di prezzo, tenuto conto che il ritorno economico dell’investimento è dato, oltre ai dividendi percepiti, dalla differenza fra il prezzo di acquisto e quello di vendita;
– rischio di liquidità, nel caso in cui il detentore dovesse trovarsi nell’impossibilità o difficoltà nello smobilizzare prontamente il proprio investimento.

 

Comunicato del 11/05/2016

La  Cassa  di  Risparmio  di  Cesena  svolge  un  servizio  di  raccolta  e  trasmissione,  nonché attività di mediazione di proposte di negoziazione che consiste nel mettere in contatto due o più investitori,   raccogliendone   le   proposte   di   compravendita   e   rendendo   così possibile   la conclusione  di  operazioni  aventi  ad  oggetto  le  azioni  della  Banca  (codice  Isin  IT0000470911) attraverso  un  sistema   di  asta  settimanale.  L’attività  di  mediazione  della  Banca  consiste nell’incrociare gli ordini di vendita con gli ordini di acquisto ricevuti. La Banca ha adottato un Regolamento  per  il  Servizio  di  ricezione  e  trasmissione  e  attività  di  mediazione  di  azioni  di Cassa  di  Risparmio  di  Cesena,  al  fine  di  disciplinare  la  prestazione  dell’attività  di  mediazione avente  ad  oggetto  le  Azioni.  La  suddetta  attività  si  configura  quale  prestazione  di  servizi  di investimento ed in particolare attività di mediazione, di cui all’art. l, comma 5 e comma 5-sexies del  D.Lgs.  58/98  TUF.  L’attività  di  mediazione  di  cui  al  Regolamento  non  è  pertanto riconducibile  né  all’attività  di  internalizzazione  sistematica  prevista  dall’art.  78  del  TUF  né  a quella di gestione di un sistema multilaterale di negoziazione di cui all’art. 77-bis del TUF.
Verificata  la  necessità  di  apportare  significative  modifiche  al  Regolamento,  anche  in considerazione  degli  orientamenti  recentemente  diffusi  da  Consob  per  rendere  il  processo  di distribuzione   degli   strumenti   finanziari   e   il   meccanismo   di   formazione   del   prezzo   più trasparenti,  meno  soggetti  a  conflitti  d’interessi  e  in  grado  di  assicurare  una  maggiore liquidabilità  degli  investimenti,  la  Banca  intende  avvalersi  a  partire  dalla  data  odierna  della facoltà di sospensione della raccolta delle proposte di negoziazione sulle proprie azioni ai sensi dell’art.2.2 c.3 di detto Regolamento.
Testo del comunicato in pdfpdf_icon

Regolamento aste azioni Cassa di Risparmio di Cesenapdf_icon